Non temere

Non temere, o terra del paese, gioisci, rallegrati, perché il Signore ha fatto cose grandi! Gioele 2:21

Non temere! La paura è stata fedele compagna dell’uomo per tutto il corso della sua storia: terrore per una minaccia presente o imminente, magari solo temuta. Inoltre non è possibile prevedere tutto, controllare tutto o tener testa ad ogni eventualità. In quanto cristiani nulla ci è risparmiato di ciò che può avvenire a chiunque in questa vita e su questa terra; eppure, e non in poche occasioni, ci viene rivolta l’esortazione, addirittura il comando, a non temere.

Non è un banale incoraggiamento a farci forza, l’esortazione a non temere è motivata e sostanziata dalla consapevolezza della potenza di Dio e dall’esperienza personale ed ereditata da chi ci ha preceduto nella fede, che Dio ha fatto e, quindi, può fare e fa cose grandi.
Se ci fidiamo di Dio e a Dio ci affidiamo, avremmo la consapevolezza piena e profonda di essere nelle sue mani.

E’ nell’onnipotenza benigna ed amorevole di Dio, che la nostra “ONNI-IMPOTENZA” trova il suo senso; nella nostra debolezza trova il suo spazio per agire. Non sempre ci sarà, almeno qui ed ora, il lieto fine che ci piacerebbe. Eppure Paolo esclamava: “Perciò io mi diletto nelle debolezze, nelle ingiurie, nelle necessità, nelle persecuzioni, nelle avversità per amore di Cristo, perché quando io sono debole, allora sono forte” ( 2 Corinzi 12:10 ).

Dire “siamo nelle mani di Dio” non è espressione di una disperazione che diventa rassegnazione, ma una profonda consolazione e consapevolezza che ci dà, come credenti, forza, coraggio e serenità in vita e morte. Amen!

 

da: Una parola per te!

Autore:Fortunato De Falco

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *